Tecnico della gestione delle fasi di produzione



SETTORE 24. Area comune
REPERTORIO - Puglia
Competenze

Titolo: programmazione dell'approvvigionamento delle materie prime nel rispetto dei metodi e dei tempi di lavorazione

Obiettivo: programmare l'approvvigionamento delle materie prime e delle componenti necessarie alla produzione seguendo la pianificazione produttiva aziendale

Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.04 (ex ADA.25.219.708) - Programmazione della produzione associate:

Risultato atteso:RA1: Analizzare il setting dell’impresa in tutte le sue componenti (interne ed esterne), elaborando i dati utili alla definizione della capacità produttiva ottimale
  • Analisi dei dati sulle specifiche tecniche dei gruppi/famiglie di prodotti e sulle disponibilità di magazzino
  • Analisi del piano della domanda (previsioni di vendita nel medio/breve periodo, portafoglio ordini) e definizione della "capacità produttiva necessaria"

Risultato atteso:RA2: Definire il piano aggregato di produzione, programmando l’organizzazione dei fattori produttivi e definendo il fabbisogno di risorse materiali, verificandone la fattibilità
  • Formulazione del dettaglio dei fabbisogni di materiali
  • Organizzazione/allocazione delle risorse esistenti (piano aggregato di produzione )
  • Verifica di fattibilità produttiva

Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.05 (ex ADA.25.219.709) - Controllo della produzione associate:

    CONOSCENZE

    • caratteristiche della capacità produttiva aziendale e del bilancio previsionale di produzione per la programmazione del fabbisogno aziendale
    • caratteristiche e performance dei prodotti chimici e delle materie prime da utilizzare per programmare gli approvigionamenti necessari
    • tempi e modalità di approvvigionamento per pianificare gli ordini in funzione della programmazione della produzione

    ABILITÀ/CAPACITÀ

    • comunicare in modo efficace al responsabile della produzione il fabbisogno quantitativo e il parametro qualitativo delle materie prime e delle altre componenti necessarie alla produzione
    • effettuare stime quali-quantitative relative alle materie prime utilizzate nel processo produttivo
    • pianificare il fabbisogno aziendale delle materie prime e delle altre componenti necessarie alla lavorazione
    • programmare l'approvvigionamento delle meterie prime e delle altre componenti necessarie alla produzione

    Titolo: gestione delle fasi di lavorazione del prodotto

    Obiettivo: gestire le fasi di produzione in funzione dei parametri di efficienza ed efficacia e delle disposizioni aziendali

    Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.04 (ex ADA.25.219.708) - Programmazione della produzione associate:

    Risultato atteso:RA2: Definire il piano aggregato di produzione, programmando l’organizzazione dei fattori produttivi e definendo il fabbisogno di risorse materiali, verificandone la fattibilità
    • Formulazione del dettaglio dei fabbisogni di materiali
    • Organizzazione/allocazione delle risorse esistenti (piano aggregato di produzione )
    • Verifica di fattibilità produttiva

    Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.05 (ex ADA.25.219.709) - Controllo della produzione associate:

      CONOSCENZE

      • caratteristiche e prestazioni dei macchinari e delle attrezzature di produzione per ottimizzare la gestione delle fasi produttive
      • metodologia di produzione per programmare le fasi di lavorazione
      • mission aziendale in funzione della sua applicazione nell'attività di produzione
      • software aziendali in funzione dell'impostazione delle fasi di lavorazione
      • specifiche tecniche del prodotto da realizzare
      • standard produttivo di qualità per pianificare le diverse fasi e i metodi di lavorazione e di controllo della qualità

      ABILITÀ/CAPACITÀ

      • analizzare le esigenze dei clienti per definire le priorità del programma di lavoro
      • assicurare il rispetto dei tempi di lavorazione del prodotto in armonia con le esigenze degli altri settori aziendali
      • assicurare la qualità del prodotto applicando in modo corretto ed efficace le procedure aziendali previste, codificate e non
      • assicurare l'applicazione delle norme e delle procedure di legge in termini di sicurezza e salute
      • coordinare la propria attività con quella degli altri operatori a monte e a valle della produzione
      • valutare il corretto svolgimento delle fasi di lavorazione da parte delle risorse umane addette alla produzione

      Titolo: gestione delle problematiche relative alla lavorazione del prodotto

      Obiettivo: gestire le problematiche inerenti le fasi produttive, intervenendo per una loro risoluzione, applicando le indicazioni del responsabile di produzione

      Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.04 (ex ADA.25.219.708) - Programmazione della produzione associate:

      Risultato atteso:RA1: Analizzare il setting dell’impresa in tutte le sue componenti (interne ed esterne), elaborando i dati utili alla definizione della capacità produttiva ottimale
      • Analisi dei dati sulle specifiche tecniche dei gruppi/famiglie di prodotti e sulle disponibilità di magazzino
      • Analisi del piano della domanda (previsioni di vendita nel medio/breve periodo, portafoglio ordini) e definizione della "capacità produttiva necessaria"

      Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.05 (ex ADA.25.219.709) - Controllo della produzione associate:

      Risultato atteso:RA2: Verificare la rispondenza dei risultati dei controlli agli standard definiti, attuando, se necessario, le misure di intervento correttive della produzione
      • Esecuzione degli interventi correttivi della produzione (es. variazione della velocità lavorativa, quantità risorse umane utilizzate, frazionamento del lotto, ecc.)
      • Verifica della rispondenza dei risultati dei controlli agli standard definiti (es. priorità, capacità produttiva, scheduling, ecc.)

      CONOSCENZE

      • caratteristiche tecniche e qualitative richieste al prodotto in funzione del rispetto delle esigenze dei diversi clienti
      • prestazioni e caratteristiche dei macchinari e delle attrezzature in funzione di una efficace gestione delle problematiche
      • problematiche più comuni tipiche della produzione di riferimento in funzione della gestione delle criticità delle fasi produttive

      ABILITÀ/CAPACITÀ

      • attivare correttivi al processo di produzione in corso d'opera secondo quanto previsto dalle direttive e procedure aziendali
      • integrare il proprio intervento con quello degli altri operatori a monte e a valle del processo produttivo
      • intervenire nel processo produttivo in maniera tempestiva in casi di scostamento dalla performance richiesta
      • prevedere il risultato dei corretivi messi in atto per il superamento delle problematiche emerse nelle fasi di lavorazione

      Titolo: controllo del rispetto dello standard qualitativo di produzione

      Obiettivo: controllare lo standard qualitativo della produzione rispettando le procedure in uso e assicurando il rispetto del corretto livello qualitativo previsto per ogni prodotto

      Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.04 (ex ADA.25.219.708) - Programmazione della produzione associate:

        Attivitá dell’ AdA ADA.24.05.05 (ex ADA.25.219.709) - Controllo della produzione associate:

        Risultato atteso:RA1: Provvedere alla raccolta dei dati di controllo della produzione, previa definizione di indicatori, elaborando i valori rilevati al fine di verificare la coerenza fra quanto programmato e quanto effettivamente prodotto
        • Definizione degli standard di controllo di produzione
        • Raccolta dei dati di controllo (es. posizione nel reparto dell'ordine di produzione, stato di completamento, quantità delle risorse utilizzate, ritardi nella produzione, ecc.) per la verifica di coerenza tra la programmazione e la produzione effettiva

        Risultato atteso:RA2: Verificare la rispondenza dei risultati dei controlli agli standard definiti, attuando, se necessario, le misure di intervento correttive della produzione
        • Esecuzione degli interventi correttivi della produzione (es. variazione della velocità lavorativa, quantità risorse umane utilizzate, frazionamento del lotto, ecc.)
        • Verifica della rispondenza dei risultati dei controlli agli standard definiti (es. priorità, capacità produttiva, scheduling, ecc.)

        CONOSCENZE

        • destinazione d'uso del prodotto in funzione del controllo dello standard qualitativo richiesto all'articolo
        • procedure interne di qualità per la valutazione del risultato qualitativo della produzione
        • specifiche tecniche del prodotto in funzione del rispetto dello standard qualitativo richiesto

        ABILITÀ/CAPACITÀ

        • comunicare in modo efficace con gli operatori interessati a monte e valle della produzione
        • comunicare tempestivamente al responsabile di produzione le problematiche emerse in fase di verifica e controllo della qualità del prodotto
        • fornire al responsabile di produzione informazioni utili per il ripristino delle condizioni funzionali al rispetto delle specifiche di produzione previste
        • individuare tempestivamente scostamenti significativi dallo standard qualitativo richiesto
        • valutare il grado di soddisfazione dei clienti
        • valutare il prodotto in temini di risultato/performance qualitativa


        Codice Titolo
        2.2.1.7.0 Ingegneri industriali e gestionali
        3.3.1.5.0 Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi
        3.1.4.1.5 Tecnici della conduzione e del controllo di catene di montaggio automatiche

        Codice Ateco Titolo Ateco
        70.22.09 Altre attività di consulenza imprenditoriale e altra consulenza amministrativo-gestionale e pianificazione aziendale
        70.10.00 Attività delle holding impegnate nelle attività gestionali (holding operative)