Istruttore di danza



Competenze

Titolo: Valutare la qualità del proprio operato nell'ambito dell'erogazione di un servizio

Descrizione: Valutare la qualità del proprio operato controllando la corretta applicazione della normativa vigente, il rispetto dei requisiti minimi obbligatori e la conformità alle proprie procedure di qualità.

Obiettivo: Valutare la qualità del proprio operato controllando la corretta applicazione della normativa vigente, il rispetto dei requisiti minimi obbligatori e la conformità alle proprie procedure di qualità.

CONOSCENZE

  • Modalità operative di valutazione della qualità di un servizio.
  • Aspetti di gestione della qualità di un processo di erogazione di servizi.
  • Concetti di qualità promessa, erogata, attesa e percepita.

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Valutare la qualità del servizio erogato Comprendere e applicare le procedure di qualità interne all'azienda; Percepire il grado di soddisfazione del cliente interno/esterno; Individuare le criticità e proporre interventi di miglioramento.

Titolo: Lavorare in sicurezza

Descrizione: Identificare i soggetti della sicurezza del sistema aziendale. Rispettare la normativa di riferimento relativa alla sicurezza sul luogo di lavoro.

Obiettivo: Identificare i soggetti della sicurezza del sistema aziendale. Rispettare la normativa di riferimento relativa alla sicurezza sul luogo di lavoro.

CONOSCENZE

  • Normative vigenti in materia di sicurezza, prevenzione infortuni, prevenzione incendi e igiene del lavoro, urbanistica, anche con riferimento agli obblighi previsti dal T.U.81/08. Fattori di rischio professionale ed ambientale e successive disposizioni integrative e correttive.

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Prevenire e ridurre il rischio professionale, ambientale e del beneficiario Adottare stili e comportamenti per salvaguardare la propria salute e sicurezza e per evitare incidenti, infortuni e malattie professionali; Adottare comportamenti per la prevenzione del rischio elettrico; Adottare comportamenti per la prevenzione del rischio derivato dall'utilizzo di oggetti taglienti; Adottare comportamenti per la prevenzione degli incendi.

Titolo: “Esercitare la professione di istruttore di danza”

Descrizione: Comprendere e gestire gli aspetti caratteristici e normativi propri della prestazione professionale di istruttore di danza.

Obiettivo: Comprendere e gestire gli aspetti caratteristici e normativi propri della prestazione professionale di istruttore di danza.

CONOSCENZE

  • CCNL di riferimento, ove applicabili e format tipo di contratto.
  • Principi e norme di esercizio dell'attività professionale di istruttore di danza
  • Caratteristiche del settore dei corsi di danza e principali tendenze evolutive.
  • Elementi di legislazione e organizzazione nel settore dello spettacolo dal vivo/audiovisivo.
  • Deontologia professionale.

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Conoscere e comprendere le caratteristiche della prestazione professionale di istruttore di danza Conoscere e comprendere le caratteristiche del settore artistico, dell'insegnamento della danza e dei diversi ruoli professionali ivi operanti. Conoscere e comprendere l'evoluzione del lavoro di istruttore di danza e di gestione delle strutture/associazioni che erogano il servizio.
  • Definire le condizioni della propria prestazione professionale Negoziare le condizioni della prestazione professionale, a partire dal sistema contrattuale applicabile; Stipulare il contratto di prestazione, nel rispetto delle norme civilistiche e fiscali – generali e specifiche – applicabili.

Titolo: “Programmare la didattica e le lezioni di danza”

Descrizione: Definire il programma annuale dei corsi e delle tecniche di danza da impartire, identificando gli obiettivi intermedi e finali di apprendimento, il programma delle lezioni (sviluppo temporale e sequenza, contenuti, metodologie, s

Obiettivo: Definire il programma annuale dei corsi e delle tecniche di danza da impartire, identificando gli obiettivi intermedi e finali di apprendimento, il programma delle lezioni (sviluppo temporale e sequenza, contenuti, metodologie, setting, ausili), e le moda

Attivitá dell’ AdA ADA.18.03.02 (ex ADA.23.184.600) - Insegnamento teorico-pratico di danza classica e moderna associate:

Risultato atteso:RA1: Condurre lezioni teorico-pratiche di danza classica e moderna, curando gli aspetti organizzativi della didattica, ideando e trasmettendo le coreografie agli allievi
  • Cura degli aspetti organizzativi della didattica
  • Ideazione delle coreografie
  • Realizzazione delle lezioni teorico-pratiche di danza

CONOSCENZE

  • Storia della danza
  • Glossario della danza per un corretto uso della terminologia
  • Elementi di analisi del contesto, segmentazione della tipologia di utenza
  • Modelli e tecniche di progettazione formativa e di programmazione didattica
  • Metodologie e supporti per il setting didattico

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Analizzare il contesto di riferimento Identificare le variabili da rilevare. Individuare le informazioni per la definizione dell'offerta di corsi di danza. Rilevare i fabbisogni del bacino reale e potenziale di utenti di riferimento. Tradurre i fabbisogni rilevati in ipotesi progettuali.
  • Pianificare le attività dei corsi di preparazione coreutica Utilizzare tecniche di pianificazione dell'attività per la progettazione del programma annuale e pluriennale, stabilendo obiettivi, contenuti e metodologie commisurati all'età e alle capacità degli allievi. Definire criteri di valutazione del potenziale e delle prestazioni coreutiche. Definire la concatenazione di esercizi, la progressione di difficoltà e gli indicatori di performance da monitorare in rapporto alle abilità tecniche psico-sociali ed espressive. Individuare (di massima) i brani musicali per l'accompagnamento delle lezioni scegliendo tempo e ritmo in base ai movimenti e ai passi da realizzare.

Titolo: “Ideare coreografie per allestimento di saggi e spettacoli”

Descrizione: Curare la regia coreografica e l'allestimento di saggi, spettacoli ed eventi promozionali o divulgativi, coordinando anche l'aspetto organizzativo dell'evento.

Obiettivo: Curare la regia coreografica e l'allestimento di saggi, spettacoli ed eventi promozionali o divulgativi, coordinando anche l'aspetto organizzativo dell'evento.

Attivitá dell’ AdA ADA.18.03.02 (ex ADA.23.184.600) - Insegnamento teorico-pratico di danza classica e moderna associate:

Risultato atteso:RA1: Condurre lezioni teorico-pratiche di danza classica e moderna, curando gli aspetti organizzativi della didattica, ideando e trasmettendo le coreografie agli allievi
  • Cura degli aspetti organizzativi della didattica
  • Ideazione delle coreografie
  • Realizzazione delle lezioni teorico-pratiche di danza

Risultato atteso:RA2: Organizzare eventi promozionali o divulgativi, allestendo saggi e spettacoli e curando la fase preparatoria delle prove di danza
  • Allestimento di saggi e spettacoli
  • Organizzazione di eventi promozionali o divulgativi

CONOSCENZE

  • Sviluppo del movimento nell'esecuzione danzata
  • Tecniche per la gestione del budget, dei tempi, delle risorse umane, logistiche e strumentali di uno spettacolo
  • Comunicatività ed espressività
  • Elementi di storia della scenografia e del costume
  • Tecniche di gestione dello spazio scenico e per l'orientamento spazio- tempo
  • Regia coreografica

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Curare l'aspetto organizzativo dell'evento Gestire e controllare il corretto utilizzo del budget assegnato. Operare scelte in relazione alle diverse ipotesi di allestimento dello spettacolo (luci, suoni, scenografia, colori, etc.). Pianificare i tempi di realizzazione e coordinare le/coordinarsi con le risorse a vario titolo impegnate nell'allestimento dello spettacolo (scenografi, sarti, tecnici del suono, luci, etc.). Coordinare gli allievi durante lo spettacolo
  • Ideare ed allestire un saggio o uno spettacolo Scegliere il soggetto e la base musicale Comporre la coreografia in relazione alla tecnica insegnata Definire azioni e movimenti coreografici all'interno dello spazio scenico Assegnare ruoli agli allievi Curare la preparazione durante le prove

Titolo: “Erogare lezioni di danza”

Descrizione: Condurre le lezioni relative alle diverse tecniche di danza, rispettando la programmazione stabilita

Obiettivo: Condurre le lezioni relative alle diverse tecniche di danza, rispettando la programmazione stabilita

Attivitá dell’ AdA ADA.18.03.02 (ex ADA.23.184.600) - Insegnamento teorico-pratico di danza classica e moderna associate:

Risultato atteso:RA1: Condurre lezioni teorico-pratiche di danza classica e moderna, curando gli aspetti organizzativi della didattica, ideando e trasmettendo le coreografie agli allievi
  • Cura degli aspetti organizzativi della didattica
  • Ideazione delle coreografie
  • Realizzazione delle lezioni teorico-pratiche di danza

CONOSCENZE

  • Elementi di musica: Generi musicali applicati alla danza Tecniche di ascolto del tempo (timing)
  • Elementi di pedagogia: Teorie e modelli relativi ai processi di apprendimento in relazione a diverse tipologie di allievi Tecniche di misurazione e valutazione dell'apprendimento
  • Tecniche di danza finalizzate all'insegnamento: Metodologia di insegnamento della danza classica accademica, classica moderna, moderna, contemporanea, jazz, hip hop, break dance etc. Tecniche di riscaldamento, stretching e rilassamento
  • Elementi di anatomia, fisiologia del movimento, salute del corpo: Elementi di fisiotecnica Elementi di traumatologia applicata alla danza e fisiologia del movimento al fine di prevenire e contrastare patologie osseo-tendinee Principi bio-meccanici e dinam

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Utilizzare metodi di valutazione Valutare ex ante le possibilità fisiche e le conoscenze tecniche degli allievi Monitorare i progressi compiuti dagli allievi per cogliere gli elementi necessari alla valutazione in itinere Condurre una valutazione ex post, anche in collaborazione con gli altri soggetti coinvolti, al fine di valutare i risultati raggiunti e garantirne la trasferibilità ad altre esperienze analoghe
  • Programmare e organizzare la singola lezione Definire le attività della singola lezione rispettando la programmazione annuale, definendo obiettivi intermedi e rimodulando il programma se necessario
  • Sviluppare l'espressività musicale Tradurre il tempo musicale in movimenti espressivi Comprendere la struttura sonora del brano Riconoscere ed interpretare i principali elementi musicali
  • Svolgere la lezione nel rispetto di quanto programmato, delle conoscenze tecniche degli allievi e nel rispetto della loro salute e sicurezza Mostrare con precisione e accuratezza agli allievi gli esercizi della lezione Correggere l'esecuzione tecnica degli allievi per perfezionare la loro precisione tecnica Individuare differenti combinazioni di movimenti e di passi utili a valorizzare e affinare le capacità interpretative e performanti degli allievi Proporre uno stile comportamentale rispettoso della salute dell'allievo e atto a svilupparne la consapevolezza di sé e del proprio corpo (coordinazione dei movimenti, controllo della respirazione, alimentazione) Identificare sequenze coordinate e coreografie finalizzate al graduale apprendimento delle capacità tecniche ed espressive da parte degli allievi Identificare e selezionare le tecniche di preparazione e rilassamento muscolare per la salvaguardia della salute e della sicurezza dell'allievo Gestire le dinamiche di gruppo e motivare gli allievi

Titolo: “Gestire la comunicazione e la relazione con le allieve/gli allievi”

Descrizione: Adottare stili di comunicazione orientati principalmente ad instaurare una relazione con allieve/i di diverse fasce d'età, sia individualmente che in gruppo, utili a svolgere attività di tipo pedagogico

Obiettivo: Adottare stili di comunicazione orientati principalmente ad instaurare una relazione con allieve/i di diverse fasce d'età, sia individualmente che in gruppo, utili a svolgere attività di tipo pedagogico

CONOSCENZE

  • Fondamentali psicologici utili alla comprensione delle dinamiche relazionali verso le differenti fasce d'età
  • Modelli teorici di comunicazione

ABILITÀ/CAPACITÀ

  • Instaurare una relazione di fiducia con gli allievi Rispettare i tempi e le caratteristiche individuali degli allievi. Curare i rapporti con e tra gli allievi, sviluppando un rapporto di fiducia ed improntato allo sviluppo delle capacità creative e relazionali, alla promozione di percorsi di autonomia.
  • Utilizzare strategie di comunicazione in funzione delle diverse fasce di età degli allievi Distinguere le principali strategie di comunicazione, orientate in particolare a catturare l'attenzione e a coinvolgere attivamente gli allievi. Utilizzare codici e modalità di interazione diversi, in funzione dell'età. Agevolare la comunicazione tra gli allievi. Essere disponibili all'ascolto degli allievi e dei loro bisogni.


Codice Titolo
3.4.2.3.0 Istruttori di tecniche in campo artistico
2.6.5.5.2 Insegnanti di danza

Codice Ateco Titolo Ateco
85.59.30 Scuole e corsi di lingua
85.52.09 Altra formazione culturale
85.52.01 Corsi di danza
85.59.90 Altri servizi di istruzione nca