ADA associate alla PROFESSIONE/ATTIVITA' REGOLAMENTATA di Autoriparatore

  • ADA.7.59.173 - Riparazione meccanica e manutenzione di veicoli a motore ;
    SEQUENZA: Riparazione e manutenzione di veicoli a motore ed assimilati;
    PROCESSO: Riparazione, manutenzione e demolizione di veicoli a motore ed assimilati;
    SETTORE: Meccanica, produzione e manutenzione di macchine, impiantistica
  • ADA.7.59.174 - Riparazione e sostituzione delle ruote (cerchioni e pneumatici) ;
    SEQUENZA: Riparazione e manutenzione di veicoli a motore ed assimilati;
    PROCESSO: Riparazione, manutenzione e demolizione di veicoli a motore ed assimilati;
    SETTORE: Meccanica, produzione e manutenzione di macchine, impiantistica
  • ADA.7.59.175 - Installazione, manutenzione e riparazione di parti elettriche e/o elettroniche di veicoli a motore;
    SEQUENZA: Riparazione e manutenzione di veicoli a motore ed assimilati;
    PROCESSO: Riparazione, manutenzione e demolizione di veicoli a motore ed assimilati;
    SETTORE: Meccanica, produzione e manutenzione di macchine, impiantistica
  • ADA.7.59.176 - Riparazione della carrozzeria di veicoli a motore;
    SEQUENZA: Riparazione e manutenzione di veicoli a motore ed assimilati;
    PROCESSO: Riparazione, manutenzione e demolizione di veicoli a motore ed assimilati;
    SETTORE: Meccanica, produzione e manutenzione di macchine, impiantistica


Descrizione

Rientrano nell'attività di autoriparazione tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore, nonché l'installazione, sugli stessi veicoli e complessi di veicoli a motore, di impianti e componenti fissi. Con l'entrata in vigore della L. n. 224/2012, che modifica parzialmente la precedente normativa, l'attività di autoriparatore si distingue nelle attività di: a) meccatronica; b) carrozzeria; c) gommista.

Requisiti

L'abilitazione all'esercizio dell'attività di autoriparatore viene concessa dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura (CCIAA) all'impresa che ne fa richiesta, a seguito della verifica del possesso da parte del responsabile tecnico, dei requisiti richiesti dalla normativa. Tali requisiti sono di ordine morale, personale e professionale. Requisiti morali: - non essere sottoposti a misure di prevenzione antimafia; - non aver riportato condanne per i reati previsti dall'art. 7 comma 1 lettera b) della legge n. 122/92. Requisiti personali: - essere cittadino italiano o di altro Stato membro della Comunità europea oppure essere in possesso del permesso di soggiorno per lavoro autonomo, dipendente o per motivi di famiglia; - non avere riportato condanne definitive per reati commessi nell'esecuzione degli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di veicoli a motore di cui all'articolo 1, comma 2, per i quali è prevista una pena detentiva. Requisiti professionali (uno dei quattro indicati): - aver esercitato l'attività di autoriparazione alle dipendenze di imprese operanti nel settore negli ultimi 5 anni come operaio qualificato per almeno 3 anni (è sufficiente 1 anno se si è in possesso di titolo di studio tecnico-professionale attinente all'attività); - aver frequentato con esito positivo un corso regionale tecnico-pratico di qualificazione, seguito da almeno un anno di esercizio dell'attività di autoriparazione come operaio qualificato alle dipendenze di imprese operanti nel settore nell'arco degli ultimi 5 anni; - aver conseguito un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o un diploma di laurea in materia tecnica attinente l'attività; - essere stati titolari o soci di imprese di autoriparazione per un periodo non inferiore ad un anno prima del 14/12/1994 (data in cui è entrato in vigore il D.P.R. n. 387 del 18/4/94). Per avviare l'attività è richiesta la trasmissione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) al Registro delle Imprese del Comune competente per territorio, corredata dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell'atto di notorietà, relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti necessari per l'ottenimento dell'abilitazione all'esercizio dell'attività.

Normativa

Legge 5 febbraio 1992, n. 122- Disposizioni in materia di sicurezza della circolazione stradale e disciplina dell' attivita' di autoriparazione. Legge 11 dicembre 2012, n. 224-Modifica all'art. 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 122 concernente al disciplina dell'attività di autoriparazione. Accordo Stato-Regioni 12 giugno 2014- Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sullo standard professionale e formativo del Tecnico meccatronico delle autoriparazioni.

Autorità competente ai sensi della Direttiva 2005/36/CE e successive integrazioni

Ministero dello Sviluppo Economico

Altre Autorità

Regioni e Province Autonome, Comune, Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura

Qualificazioni Regionali afferenti alla professione regolamentata

Website Security Test